edizione 2010

Presentazione degli organizzatori del Festival

Il Festival Corti and Cigarettes si è impegnato anche quest’anno, forte dell'esperienza delle passate edizioni, nella ricerca, diffusione e promozione dei migliori cortometraggi in circolazione.

Oltre 160 opere in selezione, provenienti dall'Italia e da 16 Paesi del territorio europeo e extra-ue: sono questi i numeri della terza edizione del Festival. Autori emergenti e nuove realtà produttive hanno concorso alla finale, durante la quale saranno moltissimi gli ospiti e le personalità del mondo cinematografico che interverranno in quello che si annuncia uno dei più promettenti eventi cinematografici della capitale.

Casa del Cinema di RomaLa serata finale del 24 giugno alla Casa del Cinema (Villa Borghese, Roma) alle 21.30 prevede, tra musica, dibattiti e spettacolo, la proiezione dei 6 cortometraggi finalisti che saranno giudicati da una giuria d’eccezione.

Premi in gara: Miglior Corto, Miglior Soggetto, Miglior Interprete, Menzione Speciale, Premi Speciali alla Miglior Fotografia (sezione Cortometraggi e Lungometraggi) e Premio Speciale Cinecittà Luce.

Sin dalla sua nascita Corti and Cigarettes si è rivolto tanto in termini di pubblico che di film maker partecipanti ad una platea creativa con visioni ed idee che spesso esulano radicalmente dagli stereotipi abituali. In questa terza edizione la ricerca dei cortometraggi da proporre in concorso e fuori concorso è stata rivolta sia a produzioni dallo spirito indipendente, che a prodotti confezionati da nomi che già partecipano attivamente all'industria nascente. Tali scenari gettano le basi per una manifestazione in continua trasformazione, sempre in aggiornamento, che vedrà anche nei prossimi anni nel ricambio generazionale dei cineasti italiani, e non solo, il principale gruppo interessato e coinvolto.

Nelle scorse edizioni, grazie al numero di partecipanti, di ospiti, di pubblico e di addetti ai lavori, il Festival è riuscito a creare uno scambio e un movimento costruttivi aprendo la strada a collaborazioni tra case produttrici ed autori, tra interpreti e registi, che ancora oggi continuano fruttuosamente. Quest’anno le rinnovate e rinforzate ambizioni del Festival hanno portato l’organizzazione a favorire ancor di più gli incroci e le interrelazioni tra i vari gruppi di persone interessati. Perciò autori emergenti, esponenti della critica cinematografica, militanti tra le nuove figure produttive nate grazie all’abbattimento dei costi consentito dal digitale, si sono incontrati nel quadro di un Festival che mette la promozione culturale al centro dell’attenzione, accantonando le chimere glamour.

L’obiettivo a lungo termine è quello di creare un momento di incontro, un appuntamento fisso della vita cittadina, dove il cinema emergente, anche sperimentale, possa misurarsi, alla stregua di altre realtà già esistenti e ben affermate nelle capitali del Centro e del Nord Europa. Creare un punto di riferimento immediatamente riconoscibile a Roma che, per chi fa cortometraggi, non è sempre stato individuabile.


Corti and Cigarettes rappresenta un punto di arrivo dopo i miei tanti anni di cinema e ultimamente di insegnamento. Un Festival che mi permette di lavorare, studiare, osservare, conoscere, ascoltare ed essere coinvolta sempre di più su nuove idee e proposte. Un Festival che è diventato tale grazie all'apporto dei miei amici registi, produttori, attori, tecnici a cui va loro il mio più sentito ringraziamento per aver creduto e prestato il loro tempo a Corti and Cigarettes. Corti and Cigarettes, quest'anno nella prestigiosa location della Casa del Cinema rappresenta la crescita e la convinzione che oggi quando si ha un progetto, un'idea si può osare, progettare. L'importante è misurarsi con le proprie capacità e stare sempre attenti a mettersi in gioco, ascoltare e non trascurare alcun dettaglio. Corti and Cigarettes con la sua rassegna, giunta alla terza edizione e oramai internazionale, vuole diventare nel tempo un importante canale di selezione, di promozione e di produzione nel panorama culturale di Roma: una manifestazione rappresentativa delle aspirazioni di una grande capitale europea del cinema.

Presidente

Annamaria Liguori


Cari partecipanti, cari spettatori, oggi segniamo la fine di un percorso, un'altra tappa verso l'obiettivo di diventare punto di riferimento per l'industria del cortometraggio internazionale. Chi fa un corto in Italia, con rarissime eccezioni di opere su committenza, oggi combatte una sfida. La sfida di poter sottoporre al giudizio di un pubblico allargato la propria visione artistica, spesso persa in partenza, a scapito di politiche cinematografiche che non trovano spazi distributivi, e perciò produttivi, per i cortometraggi. La sfida che noi animali da Festival abbiamo l'obbligo di combattere sempre al fianco degli autori, e nella quale quest'anno siamo fieri di poter sfoderare le nostre armi, grazie al Premio Speciale assegnato da Cinecittà Luce, dando una distribuzione, nella concezione europea del termine, ad un autore in concorso.

I finalisti hanno in comune una voglia irrefrenabile di raccontare pulsanti micro/macrocosmi (passati, presenti o futuri): distopie sociali, lavorative, amorose, culturali. Questo il leit motiv di fronte al quale, un po' per caso e un po' per scelta, abbiamo voluto mettervi in questa serata. Perciò che tramonti il sole e si accendano i proiettori, per gustarci insieme quel momento che sa riconciliarci irrimediabilmente, a noi che da sempre amiamo il cinema, con la nostra materia prima.

Il Direttore Artistico

Tommaso Ranchino

 

Organizzare un festival richiede passione, impegno, coinvolgimento. La strada di Corti and Cigarettes è stata più semplice del previsto. Nato quasi per gioco tre anni fa ha potuto contare su uno staff organizzativo di livello, pronto a curare ogni singolo aspetto con lucidità e attenzione, sulla simpatia e partecipazione di importanti personalità del mondo cinematografico e istituzionale. Roma può oggi contare su un prodotto che si appresta grazie al sostegno di tutte le persone che vi hanno collaborato a diventare un punto di riferimento nel panorama del cortometraggio italiano ed internazionale. Il corto, un flash che porta lo spettatore a riflettere e l'autore a presentarsi in pochi secondi e a dare la sua nuova idea di cinema per sè, per il futuro o semplicemente per provare a imbattersi nel cinema vero. Corti and Cigarettes si appresta a diventare un festival alla cui base oltre al corto, vi è movimento, armonia, confronto e osmosi tra pubblico, addetti ai lavori e aspiranti tali del mondo cinematografico. Caratteristiche che portano domani a nuove idee, nuovi progetti e crescita a vantaggio di tutti.

Organizzatore Generale

Nicola Liguori

 

News

Corti and Cigarettes: il meglio di cinema, musica e danza

CORTI AND CIGARETTES: IL MEGLIO DI CINEMA, MUSICA E DANZA Si è chiusa con un grande successo di pubblico e critica la manifestazione della Capitale…

LINA WERTMULLER MADRINA DEL FESTIVAL

Sarà la splendida Lina Wertmuller a inaugurare il Gran Galà di Premiazione della VII edizione del Festival Internazionale del Cortometraggio Corti and Cigarettes domenica 5…

IL PROGRAMMA DELL'EDIZIONE 2014

PROGRAMMA UFFICIALE Roma, 4-5 ottobre 2014 Auditorium Conciliazione – via della Conciliazione 4     SABATO 4 OTTOBRE     14.30-17:00: CORTI INTERNAZIONALI   In…


Copyright © 2019 CORTI AND CIGARETTES è di proprietà di A.C. Meltin'Pot - P.Iva 09250301000